Corda di budello naturale, una leggenda nata in Francia


La storia del budello naturale è la storia di un’arte; una competenza, passione e visione che ha un impatto sul tennis sin dall’inizio

La sua storia è inseparabile da quella degli sport con la racchetta: tennis, badminton e squash. Il prestigio del budello naturale è eternamente legato ai più grandi campioni del gioco che hanno scritto la sua leggenda nel corso dei decenni, da una vittoria a un’altra, e dalle lacrime alle grida di gioia.

Fin dalle sue origini nel 1875, praticamente contemporaneamente allo sport allora chiamato Lawn Tennis, la corda di budello naturale non è invecchiata. Fin dalla prima produzione, il budello naturale è continuamente migliorato, adattandolo alla trasformazione dell’intestino per rispondere alla sfida di soddisfare le esigenze sempre più esigenti dei campioni e adattarsi a uno sport in continua evoluzione.

Oggi ci vogliono quattro settimane per creare un set di corde di budello naturale. È un lavoro meticoloso e pratico, che richiede precisione e cuore quando si trasforma l’intestino naturale.

Dall’intestino crudo a un set pronto per la vendita, tutto accade internamente. È una vera fonte di orgoglio per tutto il team sapere che è qui che viene prodotta la corda più prestigiosa al mondo, non solo per le racchette da tennis, ma anche per il badminton“, ha affermato Erwan Grimault, direttore del sito produttivo Babolat di Ploërmel in Bretagna (Francia).

Miti e fatti sul budello naturale

Le corde sono fatte dall’intestino di gatto? Un intestino di gatto non è mai stato usato per creare una corda da tennis. Questa è una vecchia leggenda “made in England”. Nel Medioevo, alcuni Troubadours gallesi utilizzavano uno strumento musicale a corda singola che suonava come il miagolio di un gatto quando suonato con un arco. Gli inglesi definivano questo strumento un “gatto”. La corda ricavata dagli intestini si traduceva in “budello”, quindi il loro strumento era chiamato “budello di gatto”. La leggenda si diffuse così.

Tuttavia, le prime corde per tennis e badminton erano fatte di budello di pecora. Dagli anni ’60 le corde sono realizzate in budello di mucca. Ci vogliono due mucche per creare un set di corde per racchette.

La corda di budello naturale ha qualità insuperabili

Posizionata sul piatto corde di una racchetta, la corda di budello naturale apre le porte a un tocco, un’elasticità, una potenza e un’impareggiabile resistenza alla tensione senza pari. L’intestino naturale è davvero la corda “da sensazione”. Utilizzato dai più grandi tennisti del mondo da René Lacoste a Björn Borg, a Yannick Noah e Kim Clijsters, insieme alle “icone” da squash come Jahangir Kahn e Peter Gade di badminton, il budello naturale si è distinto nei tornei più prestigiosi. Le aziende sono state in grado di evolverlo nel corso dei decenni, adattandosi sempre a molti campioni in il tour. Più forte oggi grazie a un processo specifico, la corda in budello naturale conserva tutte le sue qualità pur avendo una maggiore efficienza.

Questa combinazione è ciò che rende il budello naturale lo standard di riferimento per i più grandi campioni del circuito e per i giocatori di club. In passato, l’intestino naturale era l’unica soluzione per incordare una racchetta. Con l’evoluzione del gioco, oggi le sue qualità sono utilizzate ai massimi livelli mescolandolo con un poliestere: incordature ibride.

Una corda di budello è un prodotto naturale. Il legante tra le strisce è fatto di collagene che viene essiccato. A causa della composizione delle corde di budello, l’incordatura deve essere eseguita con cura, con una macchina per incordatura professionale, prestando particolare attenzione per evitare attorcigliamenti e attrito eccessivo tra la corde verticali e le orizzontali. Gli specialisti che offrono questa corda premium ai propri clienti possiedono questa competenza.

Prodotto di una competenza esclusiva, il budello naturale è stato oggetto di costante innovazione per oltre 140 anni per rimanere al top delle prestazioni e adattarsi alle esigenze dei giocatori.