Far giocare meglio ogni racchetta. Garantito!


Sì, è possibile far giocare meglio ogni racchetta – garantito! Suona come una chiara affermazione, ma in realtà è una ricerca di tutti i giorni in molti negozi specializzati in tutto il mondo.


Quale racchetta mi consiglia? Quali corde e tensione? Quale sarebbe il giusto peso e bilanciamento per me?

La risposta non è così complicata come si potrebbe credere. Ma l’eseguire il lavoro professionalmente è un altro discorso.

In questo articolo ti aiuteremo ad identificare le aree chiave di interesse nel modificare un telaio e farlo giocare al suo massimo potenziale. Solo tecnici della racchetta qualificati e con l’attrezzatura adeguata dovrebbero essere impiegati lavorare al telaio “ideale” di un particolare cliente.

Cominciamo esaminando le tre aree chiave di una racchetta da tennis – telaio, corde e grip. Si prega di notare che una modifica “ideale” a un telaio potrebbe richiedere uno, due o tutti e tre questi settori fondamentali. Tuttavia, non si dovrebbe mai modificare più di una cosa alla volta. Altrimenti, non si può sapere quale modifica sta davvero funzionando. Un telaio di un giocatore ha quattro aree di interesse: flessibilita’, peso, bilanciamento e swing weight.

FLESSIBILITÀ

Un telaio rigido si flette meno quando il piatto corde colpisce una palla. Questa debole flessione permette al piatto corde di interagire di più con la palla. Poiché le corde hanno una maggiore resilienza rispetto al telaio, lavorano di più quando sostenute da un telaio rigido rispetto ad un telaio più flessibile. Poiché le corde lavorano duramente, si sperimenterà anche una vita più breve (sia per durata che per giocabilità), ma offriranno più potenza e, in molti casi, più precisione.

Tuttavia, esse non sono così confortevoli sul braccio, in quanto lo shock iniziale derivante da colpi fuori centro non viene assorbito dal telaio quanto lo sarebbe con un modello flessibile. Pensate a voi stessi e ad un’altra persona, tirate un uovo al vostro avversario e lui lo tira a voi. Voi siete obbligati a stare perfettamente immobili e non muovere la mano all’indietro all’impatto con le uova, mentre al vostro avversario è permesso di muovere la mano all’impatto con le uova per rallentare gradualmente l’impatto. Chi di voi vince questo concorso?

Questo ci porta al punto successivo …

PESO

Più massa un oggetto ha, più energia può assorbire. Immaginate di guidare una macchina compatta e leggera contro un terrapieno a 50 km orari, e poi fare la stessa cosa con un carro armato. Quale veicolo si piega di più?

È ben noto che non hai bisogno di lavorare duro con una racchetta più pesante per ottenere maggiore velocità di palla, a condizione che si possa manovrare il telaio e metterlo in posizione per l’ideale punto di contatto. In sostanza, si dovrebbe usare la più pesante racchetta che si può far oscillare “comodamente”. Non solo si ottiene più potenza, ma il telaio sarà anche in grado di assorbire più energia al momento dell’impatto.

Tuttavia, non si può semplicemente impugnare una racchetta pesante senza tenere presente il …

BILANCIAMENTO

L’equilibrio statico, o “pick-up weight”, ti consente di gestire il peso aggiunto o meno. Tre racchette hanno tutte un peso di 300 grammi. La prima dispone di 150 grammi verso il manico, 75 grammi nella zona della gola e 75 grammi in testa. La seconda dispone di 100 grammi all manico, 100 grammi nella zona della gola e 100 grammi alla testa. La terza dispone di 75 grammi nel manico, 75 grammi nella zona della gola e 150 grammi alla testa. Per dirla semplicemente, la prima è bilanciata al manico, la seconda è in equilibrio e la terza è bilanciata in testa. Il più potente fra questi telai è il modello bilanciato in testa e la meno potente è il modello bilanciato al manico.

Pensate al peso di un martello. L’impugnatura è leggera, la testa è pesante e si pianta un chiodo molto bene. Girate il martello, prendendo la testa del martello in mano, e provate ad inchiodare con il manico. I telai da tennis reagiscono in modo simile quando viene aggiunto peso (nastro di piombo).

Il posizionamento di qualsiasi peso aggiunto è fondamentale per il rendimento della racchetta perché può compromettere seriamente lo …

SWINGWEIGHT

Lo swingweight, in termini semplici, è la sensazione trasmessa dalla racchetta quando in movimento. Una combinazione di troppo peso complessivo e troppo del peso totale concentrato verso la testa di una racchetta produrrà un telaio non maneggevole. Giocatori di fondocampo tendono a preferire maggiore swingweight, mentre giocatori serve-and-volley desiderano swingweight più basso.

I giocatori con problemi al gomito sono più a loro agio con minore swingweight. Peso posizionato a ore 12 darà più potenza, ma meno stabilità, rispetto a peso a ore 3 e a ore 9. Racchette con swingweight troppo alto, anche se forniranno molta energia all’impatto con la palla, richiederanno troppa energia per manovrare in posizione, provocando un ritardo al contatto e disagio al braccio.

Swingweight che sono troppo bassi portano il giocatore costantemente in anticipo e che colpisce spesso fuori centro. Anche questo puo’ causare disagio al braccio. Sapere che giocatore sei! Soffri di qualsiasi tipo di tendinite o borsite? Ti piace colpire con topspin eccessivo o underspin? Ti consideri un giocatore “di tocco” o ti piace solo colpire la palla molto forte? Gioca su campi per lo più duri o soffici? Rompi spesso le corde, e se sì, dove?

La tua preoccupazione primaria dovrebbe essere il comfort.

Senza entrare in un intero articolo sulla scelta delle corde, basti dire che:

  • I giocatori con problemi al gomito, al polso o alla spalla dovrebbero usare budello naturale, ibridi di multifilamenti senza nucleo centrale o solo un multifilamento senza nucleo centrale – in questo ordine.
  • Per giocatori serve-and-volley, iniziare con budello naturale, alcuni ibridi, multifilamenti senza nucleo centrale o qualche corda ad avvolgimento.
  • Per forti colpitori, ma che non rompono le corde troppo spesso, budello naturale (solo nei modelli di racchetta a pattern denso), ibridi o alcune corde con nucleo centrale.
  • Per giocatori con top spin eccessivo, alcuni ibridi o poliestere.
  • Per giocatori con top spin eccessivo che rompono le corde di frequente, alcuni ibridi o poliestere.

La tensione delle corde dovrebbe dipendere dai seguenti criteri: tipo di telaio, schema corde aperto o denso, flessibilita’ del telaio, condizione fisica del giocatore, il tipo di corde, calibro e lo stile di gioco.

Per la frequenza di incordatura, utilizza le seguenti linee guida:

  • Poliestere dopo 5 – 15 ore di gioco al massimo.
  • Nylon 20-30 ore.
  • Combinazioni ibride 10-25 ore (dipende dall’ibrido scelto).
  • Budello naturale dalle 40 alle 60 ore.

Il manico

Il tipo di impugnatura che scegliete per la vostra racchetta può avere un impatto su come la racchetta si sente in mano e su quali prestazioni offre. La dimensione del manico è anche molto importante. Tecnici con gli strumenti giusti sono in grado di eseguire alcuni interventi “di chirurgia” rivolti alla riduzione delle impugnature. L’aumento della misura del manico è un’operazione più comune. Si dovrebbe giocare con il manico più grande che si può “comodamente” tenere in mano. Se hai problemi al braccio non scendere di dimensione.

Prova quanto segue: Fai un pugno. Senti i muscoli dell’avambraccio stringere? Ora rilassa la presa. Anche la muscolatura si rilassa. Se il manico è troppo piccolo, inconsciamente si stringe di più quando si vede la palla che viene verso di te. Colpisci un colpo fuori centro e la racchetta cercherà di ruotare in mano. Questa sensazione è molto difficile per i muscoli e può portare a un disagio.

Quando la vostra mano è appoggiata ad una superficie maggiore, le vibrazioni sono dissipate più rapidamente in tutto il corpo con poco o nessun disagio. Ricordati che, aumentando il manico di una misura (1 / 8 di pollice) si aggiungono circa 15 grammi di peso. Ciò è significativo e non deve essere fatto a casaccio. Anche la forma del manico ha un’influenza su come la racchetta si sente in mano. Diversi produttori hanno forme di manico diverse.Alterare la forma degli smussi può avere effetti drastici su come la racchetta si sente e sulle prestazioni.

Ricapitoliamo su come far giocare meglio ogni racchetta…

Okay, allora come faccio a sapere cosa andrebbe fatto per far giocare meglio ogni racchetta per me? Inizia con la premessa di base che nella maggior parte dei casi il telaio è troppo leggero per te. Guarda l’ usura delle corde (decolorazione, logoramento). Stai colpendo la maggior parte delle palline al centro, in basso o in alto sul piatto corde? Guarda il disegno (forma) del tuo telaio. Dov’è il centro di percussione o “sweet spot”? Solo perché hai comprato l’ultimo modello non vuol dire che hai comprato la racchetta “giusta” per il tuo stile di gioco e bisogni fisici.

È necessario far giocare meglio ogni racchetta. Non cercare di modificare il tuo telaio semplicemente applicando una quantità di nastro di piombo. Affidati ad un tecnico qualificato con attrezzature appropriate. Se vuoi sperimentare con diverse corde, tensioni o forme del manico, fallo dopo aver determinato la configurazione ideale del telaio.

Ricordati, non cercare di modificare più di una cosa alla volta. Avere una perfetta racchetta è come avere uno strumento di precisione in mano.

Sì, è possibile far giocare meglio ogni racchetta – garantito!


Lascia un commento

10 commenti su “Far giocare meglio ogni racchetta. Garantito!

  • Stefano Prete L'autore dell'articolo

    Personalmente io incordo sempre a 2 nodi, stessa tensione su orizzontali e verticali. Meno nodi, più bella da vedere e tiene meglio la tensione. Poi va a gusti, per carità…

  • Stefano Prete L'autore dell'articolo

    Ciao Giuseppe e grazie per i complimenti!

    Trovare due Babolat diverse in peso per ben 9 grammi è purtroppo una cosa abbastanza normale. L’importante è riuscirle a portarle in pari e direi che siamo riusciti.
    Per quanto riguarda la tensione di un monofilamento, io non supererei mai i 21 kg, per mille motivi, ma è una questione del tutto personale. Puoi magari provare a scendere e vedere come te la senti, altrimenti torni a 23 senza problemi.

    Grazie ancora e buon tennis!

  • Giuseppe

    Complimenti per la spiegazione, articolo molto interessante. Io ho dovuto fare customizzare i miei due telai Babolat Pure Drive 2018 perchè uno dei due telai pesava ben 9 grammi in più dello standard di vendita 300 gr. Per mantenere comunque bilanciamento e swingweight i miei telai ora pesano con overgrip wilson, con con corde monofilamento wilson revolve da 1.25 a 23Kg e dumper, 334 gr. Devo dire che mi trovo molto bene e nonostante il peso aumentato la racchetta risulta molto maneggevole. Quindi consiglio di fare customizzare per ottimizzare al meglio la propria racchetta, da un professionista certificato. Quello a cui mi sono affidato è certificato USRSA e ERSA..Volevo fare un ultima domanda riguardo alla tensione delle corde. Secondo il tuo parere 23 kg sono troppi o troppo poco? io gioco prevalentemente in top spin con impugnatura semi-western. ciao.

  • Stefano Prete L'autore dell'articolo

    Grazie di cuore, Maurizio!

    Apprezzo molto le tue belle parole e ti ringrazio per questo.

  • maurizio varini

    Molto interessante, un vero professionista. Avere una racchetta personalizzata da un tecnico specializzato migliora le prestazioni di chiunque ama e pratica questo meraviglioso sport. Bravo Stefano.