La IRSA a Wimbledon!


Per esaminare il viaggio sinora compiuto dall’IRSA, possiamo riavvolgere il nastro e rivedere i flashback di un film avventuroso.
Istantanee fatte di persone, di sorrisi, ma anche del sudore e degli sforzi fatti per proseguire un viaggio. Quello di un grande navigatore che si cimenta, rischia, soffre, si emoziona, approda e riparte, sempre attento a scrutare l’orizzonte ed il mare. La crociera dell’IRSA dopo meno di due anni di navigazione ha solcato i mari del Nord e risalito il Tamigi per ormeggiare a Londra.

Un team di Pro Stringer e Racquet Technician IRSA a Wimbledon offrirà un servizio incordature alternativo a quello ufficiale al prossimo torneo.

I navigatori italiani si uniranno alla marina del Regno Unito con i colleghi della UKRSA guidati da Liam Nolan, comandante di lungocorso (25 anni di Wimbledon). Stefano Prete a bordo della nave IRSA ha mandato i migliori, quelli con le spalle più larghe, per onorare i mari del Nord e per inorgoglire i marinai che sono rimasti a casa, consapevoli però che per arrivare alla corte di Sua Maestà il Tennis devi lavorare sodo, devi dimostrare che sulla nave ci sai stare. Devi essere all’altezza dei compiti, devi essere pulito, veloce, preciso e resistente… allora potrai fornire, con il resto del team, le racchette perfettamente incordate, esattamente come un giocatore se le aspetta!

I membri dell’equipaggio hanno imparato a districarsi tra corde e telai, customizzazioni, macchine incordatrici, tempi di esecuzione, pattern… ma anche tra consulenze, organizzazione, tutoraggio e didattica. Una nave che offre un viaggio per ogni aspettativa, dal più piccolo circolo italiano a quello più ambito al mondo, dove l’erba verde ha il profumo della storia. Per risalire a bordo e sognare Wimbledon bisogna imparare la parola d’ordine: “qualità”!

Con lo “sbarco a Londra” la IRSA conferma la sua vocazione internazionale. La collaborazione con la UKRSA è stata un valore aggiunto sin dall’inizio della nostra storia. Oggi questo valore si concretizza nella formazione di un team di incordatori italiani preparatissimi, in grado di fronteggiare la sfida offerta dal piú importante torneo di tennis al mondo.

Al progetto hanno lavorato, in questi mesi, proprio il nostro amico Liam Nolan e il nostro direttore tecnico Stefano Prete. L’obiettivo? Offrire ai giocatori che parteciperanno ai Championships un servizio incordature di primissima qualità.

Per ottenere questo risultato, da una parte la IRSA ha provveduto a formare tecnici di altissimo livello, tra i quali la direzione ha selezionato tre elementi che a breve partiranno alla volta di Londra: Paolo Aramini, Ivan Buffoni e Giancarlo Sparla, che verranno affiancati dall’incordatrice greca Lia Fafouti. A loro si aggiungeranno,  in caso di necessita’, John Sawyer e John Skinner.

Wimbledon Village Club

La sede del Wimbledon Village Club, dove sara’ situata la sala incordature del team IRSA/UKRSA

Liam Nolan ha messo a disposizione la sua enorme esperienza in qualità di capitano della squadra, provvedendo ad organizzare l’evento con cura maniacale.

In particolare, la sala incordature targata IRSA/UKRSA sarà situata al Wimbledon Village Club, 26 Lingfield Rd, Londra. Si trova a soli due minuti a piedi dal famoso “Dog & Fox”, il pub dove ogni sera i giocatori si ritrovano e sarà quindi facilmente raggiungibile.

Il numero di telefono della sala incordature sarà 07.570.097.525. Durante la notte, dalle 23.00 fino alle 07.00, il team di incordatura potra’ essere contattato allo 07.887.586.613.
A partire dal 14 giugno e fino al 7 luglio sarà quindi possibile per i giocatori richiedere qualsiasi tipo di servizio riguardante la loro racchetta (dall’incordatura alla customizzazione) a qualsiasi orario.

È la prima volta che l’Italia del tennis può vantare un simile orgoglio.
Siamo sicuri che i nostri ragazzi si faranno valere e renderanno onore alla IRSA.

 


Lascia un commento

2 commenti su “La IRSA a Wimbledon!

  • Marco Serra

    Marco quello che hai scritto è fantastico e sarà di buon auspicio per quello che avverrà a breve, ne siamo tutti sicuri, per cui complimenti a te e a Sergio e soprattutto a nostri tre baldi Rappresentanti….!!!!

    Bravi e Grandi tutti…..!!!!!