La tensione delle corde


Perché ego e informazioni errate sulla tensione delle corde potrebbero fare più male che bene

Immaginate la scena. Un giovane giocatore sta chiacchierando con un giocatore esperto del suo club sulle racchette. Invariabilmente ad un certo punto la discussione passa all’argomento della tensione delle corde.

“Le mie racchette sono tirate a 30 chili”, dice il giocatore esperto, “più tirata è la corda, meglio è. È quello che vuoi”.

Ora questo scenario è stato visto migliaia di volte nel tennis a livello di club e campionati e continuerà.

La domanda è: sta facendo qualche danno?

Negli ultimi anni è stata scritta una quantità enorme di cose su tensioni delle corde della racchetta nel tennis.

I forum e Facebook sono pieni di giocatori che citano ogni sorta di numeri altissimi.

Per coloro che sono nuovi in ​​questo meraviglioso gioco o hanno una conoscenza limitata di questo elemento critico, è molto facile essere accolti dalla convinzione sicura che “più tirata è la corda, meglio è” o “più tirata è la corda, più potenza ottieni”.


Quello che diciamo sulla tensione delle corde è vero, oppure ci è stata detta una grossa bugia per tutti questi anni?

Se vuoi una risposta semplice, le affermazioni sopra riportate non sono vere. Non è così semplice come può sembrare, però. Quindi separiamo i fatti dalla finzione in modo da poter prendere decisioni più precise sulla tensione delle corde.

La tensione delle corde nella tua racchetta da tennis gioca un ruolo importante nella tua capacità di giocare bene i colpi. Se le corde sono troppo poco tirate, non riescono a funzionare a livello ottimale. Per ora, suppongo che voi abbiate superato il livello di principianti, giochiate un minimo di competizione in un club e siate giocatori senior (over 18).

Prima di discutere di quella che considero la tensione delle corde “sicura”, forse vale la pena mettere in luce alcuni dei fatti sulla corda stessa.

  • Tutte le corde si allungano, come degli elastici, e quindi dal giorno in cui la tua racchetta è incordata le corde iniziano a perdere tensione.
  • Ogni racchetta ha uno “sweet spot”. Questa è un’area sulle corde che produce i migliori risultati dal contatto con una pallina.
  • Più bassa è la tensione delle corde, maggiore è lo sweet spot. Di conseguenza, i principianti o giocatori di livello basso devono giocare con tensioni più basse poiché hanno maggiori probabilità di colpire male la pallina. La più grande “area per colpi ottimali” è quindi essenziale per il loro progresso nello sport.
  • Man mano che i giocatori diventano più coerenti, non richiedono punti così grandi. I loro bisogni cambiano e ora richiedono una “risposta” più veloce dalle corde e più potenza.
  • All’aumentare delle tensioni, lo sweet spot si riduce. Un giocatore altamente qualificato, che colpisce costantemente bene la pallina, genererà più potenza e godrà dei benefici della palina che esce più veloce dalle corde. Le corde più tirate danno loro un maggiore controllo.

OK, quindi siamo passati dal principiante al giocatore più abile. Non sto parlando del più forte giocatore in assoluto qui perché questo varierà tra leghe o club.

Quello che intendo per giocatore altamente qualificato è qualcuno che rappresenta il circolo, gioca a tennis a livello regionale o nazionale o addirittura a livello internazionale. Potrebbero essere giocatori di tornei che stanno giocando tornei locali e nazionali. Giocano secondo uno standard costantemente elevato.


Quando la tensione delle corde aumentata non equivale alla potenza aumentata

Ogni volta che aumenti la tensione delle corde, c’è un punto in cui non ottieni lo stesso ritorno in termini di potenza.

Allora, qual è questo punto di “rendimento decrescente?”

Questo dipenderà dall’individuo.

Un giocatore molto abile può scoprire che le sue tensioni devono essere di 24 chili prima di notare un aumento di potenza.

Un giocatore di livello inferiore potrebbe scoprire che questo è troppo alto e 20/21 chili è il massimo.

Anche se potrebbe non sembrare una grande differenza in termini di numeri, vi assicuro che è enorme in termini di come la racchetta gioca e si sente in mano.

Qualunque sia il raggio di tensione, tenete a bada il vostro ego, poiché è così comune che i giocatori si vantino di giocare con tensioni altissime e tuttavia la loro performance ne risentirà.

Una volta trovata la massima tensione per la potenza, dovete decidere se volete sacrificarne un po’ per migliorare le caratteristiche di repulsione della corda, che in pratica vi dia un maggiore controllo della pallina. Lasciatemi spiegare…

Poiché le corde sono più tirate e lo sweet spot si riduce, le corde non assorbono la pallina e quindi la spingono in avanti tanto (che è da dove viene la potenza nella corda). Invece la pallina si sposta più velocemente dalle corde, reagendo istantaneamente al movimento della racchetta. Questo produce controllo.

La repulsione più bassa e le caratteristiche di controllo più elevate sono ciò che i migliori giocatori stanno cercando per offrire loro la maggiore opportunità di sfruttare i punti deboli dell’avversario. Possiedono già la potenza necessaria per creare dei varchi nella difesa avversaria e riconoscono che questo, unito al tocco e alla velocità, costituisce la base per un gioco a tutto tondo di altissimo livello.

Allora dov’è il pericolo?

Ogni produttore di racchette fornisce informazioni su ciò che ritengono la tensione delle corde sicura per le loro racchette. Molti giocatori scelgono di ignorare questi “primi avvertimenti” e hanno le loro racchette incordate più alte.

Come potete immaginare, superare i limiti raccomandati è potenzialmente pericoloso in due modi. Innanzitutto, il telaio della racchetta potrebbe rompersi o frantumarsi a causa della notevole pressione esercitata su di esso. In secondo luogo, aumentando la tensione delle corde si aumentano anche le vibrazioni attraverso la racchetta.

La perdita delle caratteristiche di repulsione significa che il giocatore potrebbe dover mettere di più nel tiro per ottenere la stessa potenza. Ciò può causare lesioni quali gomito del tennista, alla spalla, al polso o al collo, che ora stanno diventando più comuni a causa dei maggiori requisiti di tensione dei giocatori.

Ed è qui che questa conoscenza può essere pericolosa. Queste lesioni sono gravi e possono richiedere molto tempo per guarire. Potrebbe essere necessario un trattamento fisioterapico costoso. La mia preoccupazione qui è che ai giovani giocatori vengano fornite informazioni sbagliate, supportate da giocatori con scarsa conoscenza in materia che contribuiscono ai forum di tennis o su Facebook. Prima che voi lo sappiate, i nostri giovani giocatori in erba sono consigliati quasi sempre male e questo può causare gravi ferite e potrebbero facilmente perdere una stagione o anche peggio.

I circoli nel complesso stanno soffrendo a causa del calo dei numeri. Perdere un giocatore per settimane o mesi a causa di un infortunio può essere un duro colpo per il circolo. La promozione, la retrocessione o persino la vittoria della lega possono dipendere dalla messa in campo di una squadra in piena forma settimana dopo settimana. Sarebbe tragico perdere un giocatore chiave a causa di un infortunio in un momento critico.

Quanto troppo tirato è “troppo tirato”

Sto incordando racchette da tennis, squash e badminton da oltre 30 anni.

Questo ha incluso incordature per principianti e per giocatori a livello internazionale.

Dopo aver visto i cambiamenti nella tecnologia dalle racchette in due pezzi ai telai in un pezzo composito, alla nano tecnologia e agli ovali isometrici, ho visto praticamente tutto nel corso degli anni.

Lo sviluppo della tecnologia della racchetta ci ha portato telai più leggeri ma anche più resistenti. Questo sviluppo ha anche generato una notevole quantità di test da parte di giocatori internazionali, alla ricerca di un vantaggio competitivo. Le tensioni sono state spinte più in alto e ora stanno calando in modo drammatico.

Mentre gli incordatori incorderanno la tua racchetta – su tua richiesta – oltre la tensione consigliata dai produttori, aspettati che stabiliscano che non saranno responsabili in caso di rottura del telaio.

Qual è la differenza fra le corde?

Questo articolo non è stato scritto per fare confronti diretti fra le corde ma ci sono alcune cose degne di nota.

In generale, i giocatori migliori stanno optando per corde di calibro più sottile.

Possono essere tese ad alte tensioni e ai giocatori piace la “sensazione” e il controllo che ottengono con la combinazione di una tensione preferita e queste corde. Poiché sono più sottili, queste corde non avranno la stessa durata di una corda più spessa e quindi la racchetta dovrà essere incordata più spesso.

Ancora una volta, la scelta della corda è personale. I principianti hanno bisogno di corde con resistenza piuttosto che sensazione e controllo, perché il loro

focus su questo standard di gioco è tutto sul recupero della pallina e sullo scambio. Man mano che il giocatore si sviluppa e l’abilità aumenta, la necessità di durabilità si riduce.

Il controllo e la sensazione diventano più importanti. Ci sono corde che colmano il divario tra queste due esigenze opposte.

Per trovare ciò che funziona per te, devi parlare con il tuo incordatore di fiducia e chiedergli di registrare le tue tensioni e la corda scelta in modo da poter finalmente trovare la combinazione giusta per te.

Se si cambiano le racchette, potrebbe essere necessario regolare nuovamente, ma in genere si eseguiranno solo piccole modifiche per adattarsi.

E adesso concludiamo…

Spero che ora si capisca che una tensione delle corde più elevata non equivale necessariamente a una maggiore potenza e in genere è esattamente il contrario. Per favore, non lasciatevi ingannare da coloro che si vantano di tensioni estremamente elevate, potrebbero già sentirne il dolore e tuttavia non desiderano parlarvene!

Esistono sicuramente pericoli nel superare la tensione delle corde consigliata dal produttore della racchetta. Attenzione, potreste presto finire la vostra relazione amorosa con la vostra racchetta preferita scegliendo di superare la tensione consigliata. Controllate frequentemente il telaio per eventuali crepe.

Fate delle prove per trovare la tensione delle corde ottimale e la scelta della corda. Ricordate, questo è personale per voi e per voi soltanto. Ciò che è giusto per voi potrebbe essere dannoso per il vostro partner del circolo.

Per favore, non lasciatevi guidare da altri e da alcuni dei commenti sciocchi sui forum di tennis e su Facebook. Testate eventuali modifiche con piccoli incrementi di 1 kg. Tenete presente che ogni corda viene tesa individualmente, quindi un aumento di 1 kg è sufficiente per notare una differenza.

Quando avete trovato la giusta tensione delle corde e la giusta corda, potete quindi concentrarvi sul godimento e sul miglioramento del vostro gioco senza avere quella piccola confusione nella parte posteriore della vostra mente che vi state perdendo qualcosa.

Lascia un commento