Quanto vale?


Non esiste una risposta semplice su quanto dovresti far pagare per i tuoi servizi di incordatura, ma tieni a mente questi fattori chiave.

Ci viene spesso chiesto, “Quanto dovrei far pagare?”

Non c’è una risposta semplice, entrano così tanti fattori nell’equazione.

Ogni azienda ha bisogno di determinare quali sono i valori dei loro servizi, che è sempre un atto di bilanciamento: prezzo troppo basso e perdita di profitto; prezzo alto e rischi di spaventare i clienti.

Questa domanda è apparsa di recente su un post sui social media per i tecnici della racchetta e ha creato una bella discussione, con centinaia di commenti.

Gli incordatori hanno postato su spese di manodopera che vanno da 8 a 15 euro ed elencato motivi che comprendono il costo della macchina, le spese generali, competenza e tempo di risposta.

Sebbene molti di questi motivi erano esatti, alcuni sembravano infondati, o almeno male informati.

La macchina

Una persona ha suggerito che un incordatore che utilizza una macchina elettronica era degno di un salario superiore a quello che utilizza una macchina a manovella (drop weight). Quello, secondo la mia opinione, è ridicolo.

Mentre la macchina figura nell’equazione complessiva del business, delineare per tipo di trazione non ha senso. Ci sono macchine elettroniche in abbondanza che sono inferiori a un sacco di macchine drop weight di prima qualità.

Qualunque sia il tipo di macchina utilizzata, enfatizzare sempre che si sta usando la migliore opzione di qualità possibile e mantenerla in perfetto stato.

Come con qualsiasi buon attrezzo, operatore esperto e qualificato è ancora necessario per svolgere correttamente il lavoro. Quello vale qualcosa, non importa lo stile.

Prezzi più bassi rispetto a prezzi giustificati

Alcuni incordatori hanno presentato un caso per prezzi inferiori per racchetta, ragionando in base al battere i concorrenti sul prezzo, ottenendo più lavoro, con conseguente maggiore reddito complessivo.

Senza saperne di più su una attività specifica, è difficile confutare questo ragionamento completamente.

Ma lo so per decenni di esperienza che competere semplicemente sul prezzo non funziona mai; ci sarà sempre qualcuno disposto a tagliare gli angoli per batterti.

Un prezzo più basso potrebbe attirare l’attenzione di alcune persone, ma convincerle a restare è la chiave.

che il nostro normale tempo di risposta era 24 ore e offrivamo un servizio urgente; e che fornivamo ai clienti i migliori prodotti e servizi possibili.

quanto dovresti far pagare per i tuoi servizi di incordatura

Clienti che acquistano in base al solo prezzo non sono molto fedeli.

Quando gestivo un negozio di tennis al dettaglio, l’incordatura era il fondamento della nostra operatività e facevamo pagare il 25 percento in più dei nostri concorrenti. Quando ci è stato chiesto il perché, abbiamo spiegato che noi eravamo tutti certificati USRSA Master Racquet Technician;

Ha funzionato ogni volta? No, ma ha funzionato abbastanza spesso, e negli anni la nostra reputazione è cresciuta e così hanno fatto i nostri affari.

Quanto dovresti far pagare per i tuoi servizi di incordatura? Cambiare il servizio per cambiare i tempi

I settori della vendita al dettaglio e dei servizi stanno cambiando a un ritmo rapido. Sopravvivere a lungo termine ha sempre richiesto un adattamento e una evoluzione.

Su molti dei social media i post parlavano di come hanno molti business hanno gareggiato in modi diversi sul quanto dovresti far pagare per i tuoi servizi di incordatura, ma tieni a mente questi fattori chiave., incluso tutto, dal ritiro e consegna a un servizio mobile in loco agli appuntamenti per incordare mentre aspetti.

Dai uno sguardo critico alla tua operazione, concorrenza e mercato. Che cosa puoi fare diversamente? Cosa sai fare meglio? Cosa puoi aggiungere per rendere i tuoi servizi più interessanti per i nuovi clienti e creare lealtà per quelli esistenti?

I tempi stanno cambiando. Devi cambiare ciò che è necessario e continuare con le cose su cui stai lavorando e assicurarti che la tua attività non solo sopravviva, ma prosperi.

Lascia un commento