Pre-stretch alle corde da tennis


Cos’è il pre-stretch? A quali corde dovresti fare il pre-stretch? Quali sono i vantaggi?

pre-stretch Federer

Se dai un’occhiata all’etichetta delle istruzioni di incordatura nella foto sopra, vedrai che Roger Federer ha richiesto che sia le sue corde principali che quelle incrociate subissero il pre-stretch.

Ma cos’è questo processo e quali sono i vantaggi di farlo? Ci sono aspetti negativi? Tutti i professionisti hanno la corda prestirata? Dovresti dire al tuo incordatore di prestirare le corde la prossima volta? Diamo un’occhiata.

Cosa significa pre-stretch?

Federer training

Il pre-stretch si riferisce alla pratica di allungare una corda da tennis prima di iniziare a incordare una racchetta con essa.

Invece di tagliare semplicemente la corda dalla bobina, infilarla attraverso il primo grommet e iniziare a tensionare, il pre-stretch significa applicare una certa tensione alla corda per cambiarne le proprietà.

La ragione per cui le corde sono talvolta pre-stirate è per rallentare la perdita di tensione iniziale.

Tutte le corde da tennis hanno un certo livello di elasticità.

Allungandole in anticipo, si rimuove essenzialmente l’elasticità dalla corda, il che si tradurrà in una minore perdita di tensione sul piatto corde nel tempo

Come fare il prestretch alle corde da tennis?

elastic band

Ci sono due modi per fare il pre-stretch a una corda da tennis:

Il primo è il metodo della vecchia scuola che prevede di avvolgere la corda attorno a un oggetto fisso come la maniglia di una porta, camminare dall’altra parte della stanza con entrambe le estremità della corda finché non è sotto tensione e usare il peso del corpo per allungarla. Assicurati solo che sia un oggetto abbastanza rotondo che non si attorcigli o non tagli il filo.

Il secondo consiste nell’utilizzare la funzione di pre-stretch che si trova su diverse moderne incordatrici. Questa funzione integrata ti consente di tirare le corde a una tensione più elevata prima di scendere alla tensione preferita. Puoi quindi bloccare, tessere la corda successiva e pre-stirare di nuovo.

La funzione di pre-stretch su queste macchine di solito può essere impostata per tirare ad una percentuale fissa al di sopra della tensione desiderata.

Ad esempio, se imposti il ​​10% di pre-stretch sulla macchina e desideri incordare la tua racchetta a 50 libbre, la macchina inizialmente tirerà la corda a 55 libbre (10% sopra le 50 libbre) prima di ridurla alle 50 libbre desiderate.

Questo rende la corda meno elastica e, insieme a un buon nodo di chiusura, dovrebbe aiutare a ridurre la perdita di tensione.

Puoi anche ottenere un effetto simile su macchine incordatrici a manovella o drop-weight. Tuttavia, il processo per il pre-stretch è leggermente diverso.

Molti incordatori che utilizzano una macchina a manovella opteranno per il pre-stretch tirando due volte la corda. Ciò significa che tirano alla tensione impostata, rilasciano la corda, quindi la tirano di nuovo. Si potrebbe regolare manualmente la tensione prima di ogni tiro ma considerando che si fa regolando una molla, è sia noioso che facile da dimenticare.

Gli incordatori che utilizzano una macchina a caduta di solito tirano la tensione una volta ma lasciano il peso applicato alla trazione per un periodo di tempo specificato.

Cosa è meglio: pre-stretch manuale o fatto a macchina?

racchetta Babolat

In termini di quale sia meglio, non credo che ci sia una risposta giusta o sbagliata.

Per rimuovere l’elasticità, il pre-stretch della macchina è più efficace in quanto tira a una tensione maggiore su un’area più corta della corda, immediatamente prima che la corda venga nuovamente tesa alla tensione corretta.

Tuttavia, per rendere la corda più comoda con cui lavorare (riducendo la memoria della bobina) e applicando un po’ di pre-stretch, il metodo manuale fa un lavoro migliore.

Preferisco il metodo manuale in quanto rende il budello naturale più facile da incordare e il tuo peso corporeo fa un buon lavoro nel pre-stretch. Questo è anche il metodo utilizzato dagli incordatori di Roger Federer, Priority 1.

Per quanto riguarda la scelta, direi che se stai cercando di ridurre significativamente la perdita di tensione o desideri un piatto corde più debole, l’uso del pre-stretch dalla macchina è una buona opzione.

Se vuoi solo ridurre la vivacità di una corda in budello naturale e darle un po’ di pre-stretch, il looping intorno a un oggetto va bene. Più peso corporeo e muscoli metti nella corda, più è allungata.

Perché alcuni giocatori richiedono il pre- stretch?

Venus Williams

La perdita di tensione in genere non è una grande preoccupazione per i giocatori professionisti, dato che le loro racchette vengono incordate così frequentemente.

Tuttavia, una racchetta inizia a perdere un po’ di tensione non appena viene tolta dalla macchina incordatrice, e per i giocatori che desiderano quella sensazione di tensione ultra-coerente, il pre-stretch è un modo per ridurre al minimo la perdita di tensione.

L’altro motivo per cui alcuni tennisti opteranno per un pre-stretch (di solito il 10%) è che preferiscono la sensazione leggermente attutita che offrono le corde a una tensione più alta.

Prendi, ad esempio, Venus Williams, che è nota per incordare fino a 80 libbre, insieme a un pre-stretch del 10%. Le piace quella tavola come un letto di corde perché alle corde è stata rimossa parte della loro elasticità.

Per quanto riguarda Federer, nell’immagine principale di questo post, ha richiesto che sia le sue corde principali (budello naturale) che le sue corde incrociate (poliestere) siano prestirate.

In termini di stima approssimativa, direi che circa il 40-50% dei giocatori chiederà il pre-stretch.

Nessuna delle sale di incordatura di un torneo offre il pre-stretch come opzione predefinita.

Spetta ai giocatori richiederlo insieme a qualsiasi altra modifica non standard richiesta come l’utilizzo di un metodo di incordatura, 2 nodi invece di 4, power pad che non fanno parte dell’impostazione predefinita della sala corde.

Ci sono tipi di corde alle quali non dovresti fare il pre-stretch?

Nishikori pre-stretch

La linea di pensiero generale è che non è consigliabile prestirare le corde in poliestere. Stai prendendo una corda che ha già poca elasticità e la stai rendendo ancora meno.

Anche se questo avrà un vantaggio per il mantenimento della tensione, stai togliendo parte della giocabilità della corda e anche riducendo la sua durata complessiva.

Dalla mia esperienza, le corde in poliestere ad alta tensione (o prestirate) si esauriscono più rapidamente. Considerando che comunque non durano a lungo, non vedo il beneficio.

Anche per i giocatori amatoriali, non credo che abbia molto senso. È abbastanza raro che il tuo giocatore medio di club colpisca la palla abbastanza forte da vedere molti benefici dal poliestere, quindi il pre-stiramento non è una mossa logica.

Tuttavia, molti giocatori richiedono che le loro corde in poliestere siano pre-stirate. È una combinazione di voler mantenere una maggiore tensione e godere di quella sensazione ultra morta che permette loro di prendere enormi tagli sulla palla e trovare comunque il campo.

Dovresti fare il pre-stretch alle tue corde?

stringing with pre-stretch

Come la maggior parte delle cose con le racchette, il pre-stretch è puramente una preferenza. Molti professionisti lo fanno per abitudine, poiché è probabilmente ciò che i loro allenatori hanno suggerito.

Quindi, anche se potrebbe valere la pena testare, ti consiglio di incordare semplicemente la racchetta di qualche chilo in più rispetto alla tensione desiderata, invece di pre-allungare.

[simple-author-box]

Autore

Stefano Prete
Esperienza di oltre 30 anni nel settore, tre negozi di tennis alle spalle, Stefano Prete è stato collaboratore tecnico della rivista “Il Tennis Italiano”, sulla quale ha scritto per molti anni.

È stato il primo MRT italiano ed è manager e tester ufficiale per la USRSA in Italia.